Oltre a note eccellenze dell’agricoltura lucana (peperoni, fagioli, formaggi, grano, fragole, agrumi, allevamenti, ecc.), acquistano sempre maggiore rilevanza iniziative di sperimentazione e produzione che utilizzano e valorizzano la grande varietà di erbe e      piante, presenza dell’acqua, grandi diversità del suolo della Basilicata.

Nella ricerca e nella sperimentazione svolge un ruolo molto importante la struttura regionale Alsia ed il Centro di ricerca Agrobios di Metaponto che sono un riferimento per la salvaguardia delle specie con l’impiego di tecnologie prima esclusive della diagnostica medica.

In questo quadro si collocano interessanti iniziative imprenditoriali come quelle di Evra Italia che valorizzano in termini commerciali e produttivi queste sperimentazioni, insieme a quelle fatte in proprio.

Evra è un’azienda nata dalla folle idea di un professionista lucano, Vincenzo Salamone che ha deciso di lasciare la promettente carriera in una multinazionale per trasformarsi in imprenditore puntando sulla sua laurea in farmacia e sulle conoscenze nel campo delle erbe officinali del suo paese, Castelluccio Superiore, e di altri nel Parco del Pollino.

L’azienda, nata nel 2007, ha 35 dipendenti e dà lavoro stabile ad una 50ina di agricoltori in 30 comuni lucani che forniscono le erbe per produrre estratti da specie vegetali coltivate o spontanee, raccolte in un raggio di 40 km dallo stabilimento in un’area incontaminata del Parco del Pollino. Un territorio che beneficia anche dell’influenza del Mare Jonio e del Tirreno che creano un microclima unico rendendo queste terre uniche al mondo.

Evra produce estratti vegetali sia per il cibo che per la cosmetica esportati in vari paesi del mondo, incluso la Francia.

Oltre a prodotti di base per altre aziende, Evra ha deciso il lancio della linea cosmetica Basilian, con prodotti che parlano di Mediterraneo e della linea Frame concepita per una nicchia di mercato fatta di persone consapevoli, che accettano l’idea di una bellezza che non può restare immutata nel tempo, da vivere con dignità e buon gusto.

Significativa la campagna di lancio di prodotti basata sul volto di centenari sardi.

Per saperne di più di questa interessante ed importante iniziativa, la nostra redazione è andata a Lauria dove Evra ha il centro di ricerca ed un modernissimo impianto di produzione (in via di raddoppio della capacità) nella zona industriale, contiguo all’uscita Lauria Sud, dell’autostrada del Mediterraneo.

Un complesso di grandi dimensioni: 4.000 mq coperti per la produzione e la ricerca, altri 2.000 mq coperti dedicati alla logistica ed un impianto fotovoltaico da 100 kw che copre gran parte del fabbisogno energetico.

Sono previsti a breve, ulteriori investimenti per 10 milioni di euro ed il trasferimento in Basilicata delle attività produttive realizzate a Como.

A parte la modernità degli impianti, l’ordine e la pulizia, l’odore delle erbe in lavorazione, la professionalità degli addetti, quello che colpisce maggiormente è il clima di lavoro e di come le persone ne parlano. Si percepisce la loro determinazione di fare di Evra una impresa remunerativa ma anche di proporla come un caso di business intelligente ed innovativo in termini assoluti, oltre che una prova tangibile delle occasioni di successo che si possono avere anche al Sud.

Gli addetti che operano intorno ed insieme a Vincenzo Salamone ed al fratello Egidio (v. intervista riportata di seguito) offrono un’idea di compattezza ed intelligenza collettiva, di persone in contatto con le migliori intelligenze del settore. Persone non solo ben informate ma anche pienamente consapevoli degli orientamenti socio-economici e delle nuove propensioni nell’acquisto di prodotti alimentari e per la cosmetica.

Da convergenti ricerche emerge infatti che consumatori più consapevoli vogliono garanzie sulla sicurezza e sull’impatto ambientale, due variabili che aumentano il senso di benessere che il prodotto procura. Ci si sta spostando verso una nuova categoria di cosmetica, quella del Wellcare, che rassicura e fa sentire in armonia sia all’interno che all’esterno.

Secondo una importante ricerca, il 40% dei consumatori vogliono guardarsi allo specchio con la coscienza tranquilla di non danneggiare l’ambiente e la salute di tutti. Un orientamento che i giganti della cosmetica come Garnier stanno prendendo sul serio, preannunciando il totale abbandono della chimica in tempi ragionevolmente brevi a favore di prodotti naturali.

In questo scenario di tendenze globali, nel sito industriale di Lauria, Evra sperimenta e produce in funzione di un mondo in cambiamento nel quale vuole operare da protagonista.